Piccolo Prestito Inpdap

Da diverso tempo ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni è concessa un’ulteriore possibilità di reperimento di finanziamenti: la soluzione prospettata dalla stessa INPDAP (l’Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti delle Amministrazioni Pubbliche) è infatti data dalla concessione di un c.d. “piccolo prestito” al proprio iscritto, nei limiti di quanto annualmente previsto dalle condizioni di bilancio.


Attraverso l’erogazione di questo piccolo prestito, l’iscritto (dipendente o pensionato) INPDAP potrà soddisfare le proprie esigenze di importo ridotto, restituendo nel breve-medio periodo quanto ottenuto in credito.

Il finanziamento è concesso a condizioni sicuramente vantaggiose, con oneri e tassi che vengono di volta in volta esplicitati dall’Istituto all’interno di fogli informativi e di griglie riepilogative.

Tasso di interesse applicato al piccolo prestito Inpdap

Il tasso di interesse applicato al capitale da restituire è stabilito in misura fissa. Questo consente all’iscritto di poter prevedere con esattezza l’importo delle rate che costituiranno parte del proprio piano di ammortamento, senza dover subire l’incertezza legata all’andamento dei mercati finanziari.


Strutturalmente, l’erogazione avverrà inoltre mediante alcune garanzie in favore dell’Istituto di previdenza. Tra le principali, la possibilità di abbinare al finanziamento una polizza assicurativa che, in caso di decesso del titolare del debito, preveda l’intervento attivo della compagnia di assicurazione a estinzione del debito residuo.

L’importo finanziabile dipenderà inoltre dalla mensilità netta percepita dall’iscritto e dalla durata del piano di ammortamento prescelto. Tre sono le forme di finanziamento principali:

  • richiesta di un piccolo prestito pari a un mensilità netta, con restituzione nell’arco di 12 mesi
  • richiesta di un piccolo prestito pari a due mensilità nette, con restituzione nell’arco di 24 mesi
  • richiesta di un piccolo prestito pari a tre mensilità nette, con restituzione nell’arco di 36 mesi

Il piccolo prestito è infine concesso in maniera non illimitata, ma dipendente dalle somme stanziate nel budget INPDAP. Non tutte le richieste di finanziamento di tale tipologia potrebbero pertanto trovare accoglimento.