Prestito Bancoposta

Il finanziamento Bancoposta è un prestito personale disponibile in tutte le agenzie abilitate di Poste Italiane, e rappresentante un gruppo di linee di credito che il correntista di Poste Italiane può richiedere per poter soddisfare le proprie esigenze di spesa personale di piccolo o medio importo, restituendo l’importo concesso – maggiorato delle quote interesse – nell’arco di un periodo di più anni, compatibilmente con quanto desiderato.


Anche se comunemente il prodotto è denominato “Prestito BancoPosta“, al suo interno sono collocati tre diverse forme tecniche di finanziamento personale, ognuna delle quali è in grado di soddisfare differente esigenze di spesa.

Tipologie di prestito Bancoposta

Vediamo di analizzare sinteticamente questi finanziamenti uno per uno. Il primo è un prestito personale che soddisfa le esigenze di spesa per importi non eccedenti i 30 mila euro. Caratterizza il finanziamento l’applicazione di un tasso di interesse fisso per l’intera durata del prestito, che permetterà al cliente di poter prevedere una costante fuoriuscita di risorse finanziarie nell’adempimento delle rate del piano di ammortamento.


Il secondo finanziamento è invece quello che viene chiamato Prontissimo BancoPosta, ed è un prestito personale di più lieve importo (il limite è infatti stabilito in 10 mila euro), anch’esso a tasso di interesse fisso, ma – al contrario del primo prestito personale – concedibile altresì anche alla clientela che non risulta titolare di un conto corrente BancoPosta.

Infine, il terzo prestito è rappresentato dal Quinto BancoPosta, un finanziamento concesso tramite cessione del quinto della pensione, e pertanto rivolto esclusivamente alla clientela di BancoPosta titolare di una prestazione pensionistica erogata dall’INPS o dall’INPDAP.

Tra le possibilità più interessanti concesse dal sito internet delle Poste, segnaliamo su tutte la disponibilità di poter effettuare dei preventivi in tempo reale e gratuiti, molto utili per potersi rendere conto dell’onerosità del finanziamento e della sua sostenibilità, compatibilmente ai redditi prodotti e alle spese ricorrenti e prevedibili.